Giornalista e consulente di comunicazione. Lavoro da oltre vent’anni nel mondo della comunicazione.

Che vuol dire? 

Che tu sia un professionista della sanità, un’associazione, un’azienda, hai bisogno di raccontarti e comunicarti, attraverso la tua voce e le tue parole.

Credo che ogni azienda, impresa, persona, abbia una storia da raccontare: fatta di conoscenze e tradizioni, tecniche, aneddoti, esperienze e incontri. Una storia da ricordare.

Assieme possiamo raccontarla: scegliendo le parole capaci di distinguerti dalla concorrenza.

Attraverso l’ufficio stampa e le Pubbliche relazioni ti aiuto a far conoscere la tua realtà e i servizi che offri,  mettere in luce i tuoi punti di forza. Creando coerenza fra comunicazione online e offline.

Grazie al crowdfunding ti aiuto a raccontare il tuo progetto per raccogliere la somma che ti serve per realizzarlo.

Giornalista e consulente di comunicazione. Lavoro da oltre vent’anni nel mondo della comunicazione.

Che vuol dire? 

Che tu sia un professionista della sanità, un’associazione, un’azienda, hai bisogno di raccontarti e comunicarti, attraverso la tua voce e le tue parole.

Credo che ogni azienda, impresa, persona, abbia una storia da raccontare: fatta di conoscenze e tradizioni, tecniche, aneddoti, esperienze e incontri. Una storia da ricordare.

Assieme possiamo raccontarla: scegliendo le parole capaci di distinguerti dalla concorrenza.

Attraverso l’ufficio stampa e le Pubbliche relazioni ti aiuto a far conoscere la tua realtà e i servizi che offri,  mettere in luce i tuoi punti di forza. Creando coerenza fra comunicazione online e offline.

Grazie al crowdfunding ti aiuto a raccontare il tuo progetto per raccogliere la somma che ti serve per realizzarlo.

Qualcosa in più su di me

Ho lavorato come giornalista diversi anni, poi sono passata ad occuparmi di comunicazione e ufficio stampa in ambito sociale e medico per CasaOz, WALCE Onlus, Mamre Onlus, Sartoria l’Orlando Furioso, l’Ospedale infantile Regina Margherita, SIMEU, Lamimed.

Per eventi legati al mondo dell’arte e del food: The Place Luxury Outlet, Cookin’ Factory.

Ho coordinato con la casa editrice Carthusia e Walce Onlus la Campagna nazionale contro il fumo Questa non me la fumo, dal finanziamento alla realizzazione, alla promozione nelle scuole. 

 Ho lavorato come copywrtiter per Seven Invicta, Damiani, Inkmet, Paola Pellino.  

Ho seguito il passaggio dell’Indice dei libri del mese dal cartaceo all’online, pianificando e gestendo la campagna di crowdfundingGrandi autori per grandi lettori”.

Ho seguito la campagna che ha fatto nascere il progetto ReBOX Save The Food. 

Ho aiutato Fabio Carlesso a raccogliere 60 mila euro per acquistare le mani “bioniche” perse in seguito a una meningite.

Con chi lavoro?

Medici e professionisti della sanità e liberi professionisti attenti alla propria comunicazione, alla scelta delle parole che meglio li rappresentano e li possono far conoscere. 

Con aziende coraggiose, che desiderano mettersi in gioco per trovare la voce e le parole per raccontare la propria storia. Far emergere le persone che lavorano con loro, gli eventi, i prodotti, i servizi. 

Con associazioni che hanno bisogno di impostare o riordinare la propria comunicazione.  Mettere in luce la forza dei propri progetti, le storie dei volontari, il valore del lavoro che, giorno dopo giorno, portano avanti.

Otto cose che ho imparato in tanti anni di lavoro, più due

1

La scelta delle parole è fondamentale, in qualunque ambito. Scrivere con cura è il punto di partenza e di arrivo;

2

L’ascolto è essenziale: parto sempre con un’intervista, un questionario e tante, tante domande;

3

Di fronte a un nuovo progetto immagino un percorso fatto di strategie, scelte e diverse strade possibili;

4

Amo il lavoro di squadra, quando possibile e mi piace collaborare con altri professionisti;

5

Non so fare tutto, per questo scelgo persone con cui condivido valori e punti di vista, con professionalità  diverse dalle mie;

6

Niente arriva senza studio e fatica.

Diffido di chi dice “è facilissimo, ci vuole un attimo”;

7

Amo trasmettere quello che so; la formazione è una parte del mio lavoro che mi appaga molto;

8

Quando sento di non procedere chiudo il pc e vado a camminare, ascoltando un podcast;

L’agenda cartacea per segnare cose che altrimenti dimenticherei, i quaderni, per lasciar scorrere il pensiero. Senza caffè non posso iniziare la giornata.

Vivo a Torino, mi sarebbe piaciuto vivere all’estero, chissà mai…

Quando posso vado a camminare, in montagna; o a nuotare nel mare, anche gelato, in tutte le stagioni. 

Credo nella forza dei rapporti umani e delle relazioni vere che sperimento ogni giorno nel mio lavoro e che portano alla realizzazione di progetti concreti.

Ho la fortuna di avere 5 figli, che riempiono la mia vita di storie diverse e soprattutto mi fanno vedere il mondo da angolazioni  differenti.

Amo viaggiare, cucinare e avere la famiglia e gli amici attorno alla tavola.